Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network.
Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Ulteriori informazioni.

Desidero porgere a tutti e a ciascuno il mio saluto e un sincero augurio di buon anno
scolastico.

Dal 2 settembre del 2019 ho assunto la dirigenza di questa Istituzione scolastica, ed è
con profonda gioia che ho cominciato a svolgere questa importante e delicata
“missione”.

A tutte le studentesse e gli studenti va il mio augurio di mantenere sempre viva la
curiosità di conoscere, la gioia di esplorare, il coraggio di porre domande e la
perseveranza di ricercare nuove esperienze di apprendimento.

A tutti i docenti desidero augurare un sereno anno scolastico, con l’auspicio di
raggiungere traguardi ambiziosi e realizzare una scuola aperta come laboratorio di
cittadinanza attiva.
Con piena ammirazione, li esorto per le sfide che ogni giorno si trovano a
fronteggiare a farsi guidare dalla passione e dall’amore nel perseguimento degli
obiettivi che il loro delicato compito impone.

Ai collaboratori tutti, che con grande professionalità hanno accolto la sfida di
accompagnarmi in questo nuovo percorso, va il mio sincero ringraziamento.
La sfida di oggi è la creazione di una leadership distribuita forte ed efficace, perché la scuola
ha bisogno di educazione a vivere con gli altri, di collaborazione, cooperazione,
confronto e condivisione.

Assumo questo compito con profondo senso del dovere e responsabilità; accolgo una
sfida audace, soprattutto perché la nostra società - e di riflesso la nostra scuola - è in
perenne trasformazione strutturale e culturale, attraversata da una profonda crisi di
valori con evidenti segnali di disorientamento, confusione, smarrimento e sconcerto.

È fondamentale che la Scuola, insieme alla comunità tutta, non sia intesa come
servizio consegnato agli interessi individuali, ma possa essere un’istituzione capace
di contribuire alla costruzione di un’autentica democrazia basata sui valori di
tolleranza, accoglienza, responsabilità, coerenza e rispetto reciproco.

Questo implica una totale sinergia con le famiglie, a cui va il mio solerte invito a
collaborare con la scuola affinché con corresponsabilità si possa realizzare un
percorso di crescita verso una dimensione comune; ma naturalmente l’invito alla
collaborazione implica la comunità territoriale tutta, con cui auspico di lavorare in
modo fattivo e produttivo.

Confermo la mia disponibilità ad accogliere suggerimenti, segnalazioni e idee che
possano aiutarmi a migliorare la nostra scuola. Chiedo a tutti di aver fiducia e di far
squadra per consentire alla nostra scuola di mettere in campo energie ed impegno,
affinché possa realizzare la sua funzione pubblica.

Non appartengo al questo territorio, vengo da lontano lasciando famiglia ed affetti
con grande spirito di sacrificio. Sono sicura che questa comunità sarà pronta ad
accogliermi e che questa possa diventare casa mia per il prossimo futuro.

                                                  Con sincero affetto  Antonella Barbato